Centro Esperto Internazionale Sottrazionediminori.IT (CEIS)©
Noi possiamo recuperare il suo bambino!
Contattaci ora

Messico – Kohn-caso

Rimpatrio di un minore dal Messico alla Francia.

Non ho alcun dubbio che senza l’aiuto dello CEIS mio figlio in questo momento non starebbe a dormire tranquillamente a casa mia.

Mio figlio era in vacanza in Messico con sua madre, ma alla data prevista non sono arrivati ed è divenuto evidente, dopo aver tentato di convincerli, che non intendevano tornare mai più nella nostra residenza in Francia.

Dopo aver avviato la procedura per il ritorno di un minore, ai sensi della convenzione dell’Aja, sono andato in Messico per cercare qualcuno che mi potesse aiutare, tentando anche di continuare a vedere mio figlio.

Una delle persone che ho incontrato è stata un rappresentante del servizio consolare del mio Paese, che mi ha fornito delucidazioni molto dettagliate su tutte le questioni che i genitori abbandonati stavano affrontando in Messico, cercando di riavere i loro figli. Egli raccolse le sue informazioni da un certo numero di casi irrisolti che il consolato stava seguendo. Questi casi hanno dimostrato che, a parte gli ovvi ostacoli giuridici, prima di riavere con successo il proprio bambino ci sono vari problemi logistici indipendenti da superare.

In questo periodo ho iniziato a comunicare con lo CEIS e li ho messi alla prova con tutti i problemi di cui stavo venendo a conoscenza da quando ero in Messico. Grazie a queste discussioni aperte, prima di qualsiasi impegno finanziario con lo CEIS ho ottenuto un quadro di come l’approccio integrato dello CEIS avrebbe potuto funzionare e mi ero convinto che se volevo avere una possibilità di riavere mio figlio, avrei dovuto utilizzare i servizi dello CEIS.

Dopo aver incaricato lo CEIS, ho avuto modo di conoscere i loro rappresentanti legali locali e il piano integrato ha iniziato a svilupparsi. Dopo due udienze del tribunale, il giudice messicano mi ha concesso il ritorno di mio figlio secondo la Convenzione dell’Aja. Però le specificità giuridiche del Messico hanno richiesto un “piano di viaggio di ritorno a casa” completo e di nuovo qui lo CEIS ha pianificato il viaggio di ritorno e ha acquistato i vari biglietti aerei, in modo che abbiamo potuto fare il nostro ritorno a casa il più velocemente possibile. Il loro rappresentante legale ci ha persino accompagnato fino al punto in cui io e mio figlio siamo entrati fisicamente nell’aereo che ci avrebbe portato fuori dal Messico.

Come genitore abbandonato sei molto vulnerabile quando stai cercando aiuto e ci sono molte persone che ti daranno speranza in cambio di soldi senza alcun risultato tangibile. Se non ricordo male, lo CEIS paga il suo socio legale, un bonus per ogni recupero con successo. E per me questo mostra chiaramente il loro vero obiettivo.

Grazie, CEIS, per tutto quello che avete fatto!

Cordiali saluti,

Sven Kohn

+33 6 79 20 19 45

I nostri uffici sono situati nell'Unione Europea e negli Stati Uniti d'America

Mobiel

IMPORTANTE !

Si sconsiglia vivamente di gestire autonomamente la situazione. 
Le misure potrebbero essere illegali e potrebbero ritardare il ritorno del bambino. 
I tentativi di riavere il bambino/i con la forza da altri paesi potrebbero:

  • Mettere in pericolo voi, il vostro bambino(i) e altri;
  • Pregiudicare eventuali sforzi giudiziari futuri che potrebbero rendersi necessari nel caso in cui voi stessi siate vittima di tali rapimenti;
  • Potreste rischiare la reclusione per molti anni! Voi e i vostri complici.

Infine, non vi è alcuna garanzia che la catena dei rapimenti termini con quello commesso da voi.
Un genitore che ha rapito con la forza deve costantemente nascondere il luogo in cui vive, nella costante paura che il bambino possa essere rapito nuovamente con la forza.
Se state pensando a intraprendere tali misure disperate, vi consigliamo di prendere in considerazione il trauma emotivo inflitto a un bambino che è vittima di un sequestro violento e di un violento ri-sequestro.
Sconsigliamo i ri-rapimenti violenti, non solo perché illegali, ma perché causa di possibili danni psicologici per il bambino.

Noi non usiamo metodi illegali, interveniamo in un altro modo.
Il nostro metodo di lavoro è strategicamente non-ortodosso, ma ovviamente legale e sicuro, con l’assistenza della nostra rete globale.
Il vostro caso deve essere costantemente preparato, monitorati e portato avanti (ad esempio) dalla nostra organizzazione.